Ufficiale - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ufficiale

Museo Roma '60 > DOCUMENTI CARTACEI > Poster

Il 31 gennaio 1957 fu indetto dalla Sezione Arte un «Concorso a premi tra gli artisti di nazionalità italiana per il manifesto destinato alla esaltazione dei Giochi della XVII Olimpiade». Il bando prevedeva che i bozzetti dei concorrenti avrebbero dovuto rappresentare una allegoria con i seguenti elementi essenziali: a) l'idea dello sport olimpico in Roma;  b) i cinque anelli olimpici; c) la scritta «Giochi della XVII Olimpiade - Roma - MCMLX». Concluso senza un vincitore, la giuria invitò a una nuova gara i migliori 12 pittori cartellonisti italiani (Erberto Carboni, Carmelo Cremonesi, Augusto Favalli, Paolo Garretto, Marcello Nizzoli, Saverio Pozzatti, Gian Rossetti, Armando Testa, Pino Tovaglia, Dante Vernice, Luigi Veronesi e Franco Grignani). La Giuria, esaminando le opere, ravvisò nell'opera di Armando Testa di Torino la migliore soluzione artistica fra quelle presentate, ma il Comitato per l’Arte, pur assegnadogli il premio, gli chiese di modificare il bozzetto prima dell'approvazione. Il manifesto finale raffigurava il cosiddetto “Capitello del Belvedere”, sormontato dalla Lupa Capitolina. Sul capitello, rinvenuto alle Terme di Caracalla, un atleta vittorioso s’incoronava con la mano destra, stringendo un ramo di palma con la sinistra. Del manifesto vennero stampate 290.000 copie in 11 lingue (83.000 in italiano).

il manifesto di Testa, vincitore del primo concorso del manifesto olimpico

On 31st January 1957 the Arts Section iniziated a " Prize-winning Contest between artists of Italian nationality for the poster intended to exalt the Games of the XVII Olympiad ". The proclamation stipulated that the designs entered should represent an allegory containing the following essential elements: (a) the idea of Olympic sport at Rome: (b) the five Olympic rings; (c) the wording "Games of the XVII Olympiad-Rome-MCMLX".  The judges, after reviewing the works of the seven artists participating in the competition, chose the work of Armando Testa of Turin. The final poster depicts the Roman column surmounted by the famous "Belvedere capital" which decorates the Vatican palaces, comes from one of the monumental columns in the gymnasiums of the Baths of Caracalla. The capital depicts the apotheosis of a winning athlete, who, according to Roman rites, crowns himself with his right hand and holds the palm of victory in his left. Poster were printed 290,000 copies in 11 languages (83,000 in Italian).

Il poster mostra la parte superiore di una colonna, decorata con figure umane sormontata  da una lupa che sta allattando due bambini: Romolo e Remo, i gemelli che rappresentano il mito popolare della fondazione di Roma.  Il testo, le date e gli anelli olimpici completano il quadro.

Una colonna romana con nella parte superiore il famoso "Capitello del Belvedere", che oggi decora un palazzo Vaticano, provienente da una delle colonne monumentali delle palestre delle Terme di Caracalla. Qusto capitello rappresenta l'apoteosi di un atleta vincente che, secondo l'uso ed i riti dell'antica Roma, si incorona con la mano destra e tiene la palma della vittoria nella sinistra.

------------

The capital depicts the apotheosis of a winning athlete, who, according to Roman rites, crowns himself with his right hand and holds the palm of victory in his left

Disegno di:  Armando Testa

Tiratura: 290.000 in 11 lingue
Misure:  70 x 99,5 cm

---------------------

  Design by:  Armando Testa
  Printing: 290.000 in 11 language
  Measure:  70 x 99,5 cm
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu