Manifestazioni varie - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Manifestazioni varie

ROMA 1960 > ARTE STORIA FOLKLORE

Nella capitale furono organizzate dall’Ente Nazionale Industrie Turistiche 5 manifestazioni storico-sportive: il Palio dei Balestrieri di Gubbio e di San Sepolcro (Circo Massimo, 20 agosto), la Quintana di Foligno (Circo Massimo, 21 agosto), il Calcio Storico Fiorentino (Piazza di Siena, 28 agosto), la Quintana di Ascoli Piceno (Circo Massimo, 4 settembre), il Gioco del Ponte di Pisa (Circo Massimo, 10 settembre). L’ENIT stampò 50.000 manifesti e 500.000 copie di un opuscolo in cinque lingue con la storia dei tornei.

Il ciclo delle competizioni storico-sportive è stato aperto, la sera del 20 agosto 1960, all’interno del Circo Massimo illuminato a giorno, dal Palio dei Balestrieri

Nel pomeriggio del 21 agosto, con la partecipazione di 600 figuranti in sfarzosi costumi, si è svolta la Giostra della Quintana, manifestazione che si celebrò per la prima volta a Foligno nel 1613.

Il 28 agosto a Piazza di Siena, con l'intervento di 108 giocatori e 312 componenti il Corto storico, si svolse la manifestazione del Gioco del Calcio Fiorentino, tradizione che ricorda una celebre partita che i fiorentini disputarono il 17 febbraio 1530 in Piazza Santa Croce quale segno di spavalda sfida verso le truppe imperiali di Carlo V  che assediavano la città.

foto realizzate  da un turista in Piazza di Siena il giorno della manifestazione del gioco del "Calcio Fiorentino"

Il 4 di settembre si svolse altre il Torneo della Quintana di Ascoli Piceno, una manifestazione alla quale parteciparono 900 personaggi e che vide la sua comparsa nel 1387.


Il 10 di settembre si svolse al Circo Massimo il Gioco del Ponte, al quale parteciparono 380 figuranti con le proprie insegne, motti e colori e la cui origine da alcuni viene fatta risalire addirittura a Pelope, l’ideatore delle competizioni di Olimpia.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu