Artistico - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Artistico

CORTINA 1956 > LE GARE > Pattinaggio

Dal pattinaggio artistico arriva invece la storia più commovente: il padre della giovane americana Tenley Albright, chirurgo, scopre che la figlia di 11 anni è affetta da una lieve forma di poliomielite e, per curarla, decide di avviarla allo sport. La ragazzina sceglie di dedicarsi al pattinaggio e con applicazione e bravura arriva qualche anno dopo a qualificarsi per i giochi olimpici. A pochi giorni dalla sua gara però, cadendo in allenamento, si ferisce gravemente al piede destro con la lama del pattino sinistro e sembra dover dire addio alla prova. Il padre, però, avvertito dell’incidente, arriva in suo soccorso dall’America e la rimette in sesto con una speciale protezione che le consente di poter gareggiare e vincere il massimo alloro.

Jenkins ha vinto per quattro volte consecutive il Campionato del Mondo di pattinaggio di figura, dal 1953 al 1956. Alle Olimpiadi di Cortina ha vinto la medaglia d'oro dopo che si era piazzato al quarto posto quattro anni prima alle Olimpiadi Invernali di Helsinki. Dopo i Giochi di Cortina, Jenkins sposò la pattinatrice Carol Heiss, vincitrice della medaglia d'argento nella gara femminile e successivamente quella d'oro, ai Giochi di Squaw Valley.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu