L'inaugurazione - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'inaugurazione

VILLAGGIO OLIMPIC
olympic village

Il saluto di benvenuto del direttore del Villaggio Giuseppe Fabre
La piazza d'armi del Villaggio Olimpico dove tutte le mattine si svolgevano gli alzabandiera
Busta ufficiale e cartolina con annullo commemorativo dell'inaugurazione del Villaggio
l'Alzabandiera prima della Cerimonia di Inaugurazione
Invito per assistere alla inaugurazione del nuovo Villaggio Olimpico
L'On. Andreotti pronuncia il discorso durante l'inaugurazione del Villaggio Olimpico
Lasciapassare per accedere al Villaggio
Il CONI ha curato l'attrezzatura del Villaggio. Gli atleti furono sistemati in stanze a due letti ed ogni gruppo di 6 atleti aveva a disposizione un nucleo di servizi igienici attrezzati. Ogni squadra rappresentativa disponeva di locali per uffici e magazzini. Gli edifici sono solevati da terra su pilastri, così da lascare completamente libero e percorribile il piano terreno.



Una lupa ed un capitello, simboli dei Giochi, vennero piazzati all'ingresso del Villaggio Olimpico.
Il villaggio venne recintato con 4300 metri di rete metallica stampata, in cui si aprivano 27 cancelli. Nella stessa area, come avvenne a Melbourne, erano compresi il villaggio maschile e quello femminile, dislocati intorno a via Gran Bretagna, con un cancello verso viale de Coubertin e un altro verso l'interno, questi cancelli impedivano agli atleti di potersi incontrar con ....le atlete.








L'organizzazione preposta alle attività organizzative e di gestione, concepita in funzione delle esigenze di vita degli ospiti e dimensionata in rapporto alla presumibile entità numerica, fu articolata in sei distinti settori corrispondenti alle basilari necessità e, cioè. Accoglienza - Alloggiamento - Vettovagliamento - Servizi - Amministrazione - Distaccamenti.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu