Acquacetosa - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Acquacetosa

ROMA 1960 > IL VOLTO DI ROMA OLIMPICA > Altri Impianti > Impianti x allenamenti

centro sportivo dell'Acqua acetosa
Acqua Acetosa sports zone

La necessità di dotare Roma di un centro adeguato alle esigenze sportive sempre più incalzanti per la Capitale, consigliò a suo tempo il Comitato Olimpico Nazionale Italiano di creare un complesso di opere nella zona dell'Acqua Acetosa. Questa zona si estende a Nord-Est della Capitale, sulla riva sinistra del Tevere a circa km. 2 dal Centro Olimpico del Foro Italico, a km. 1 dal Villaggio Olimpico, dal Palazzetto dello Sport e a circa km. 4 dal centro urbano. L'idea nacque allo scopo di favorire la formazione dei giovani desiderosi di sottomettersi ad un allenamento di razionale specializzazione. Il progetto dell'Arch. Annibale Vitellozzi, fu realizzato su una superficie di mq. 220.000; i lavori furono diretti dagli Ingegneri Magrelli, Lombardi, Androsoni. Gli stessi impianti, che presentano perfette caratteristiche tecniche, sono stati di grande utilità per i Giochi Olimpici, durante i quali gli atleti vi hanno effettuato i loro quotidiani allenamenti, con una frequenza di circa 2.000 atleti-giorno.

La zona sportiva dell'Acquacetosa, particolarmente curata nella sua vegetazione che conta più di 30.000 alberi, dispone di nove terreni per i giochi del calcio, del rugby e dell'hockey su prato nonché di altri quattro terreni per i giochi collettivi. Inoltre dispone di una piscina di m. 50 X 20 e di una vasta palestra per gli sport al coperto. Naturalmente tutti gli impianti sono dotati dei servizi più moderni con spogliatoi, sale massaggi, sauna, uffici, magazzini, depositi per materiali ed apparecchiature sportive, ecc. Al centro del grande complesso si eleva l'edificio destinato alla sede degli studi di medicina sportiva.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu