Diplomi - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Diplomi

Museo Cortina '56 > DOCUMENTI CARTACEI

Furono realizzati di due tipi, uno per gli atleti arrivati nei primi sei posti di ogni classifica, ed uno per tutti i partecipanti. Il diploma dei «vincitori» venne creato dall'Arch. Pino Stampini di Roma. Il tema principale era dato da un festone formato ad "U" composto di frutti e fiori di montagna, circondato da cristalli di neve. Alla base del festone era posto un nastro con il motto olimpico «citius - altius - fortius». Tale diploma era stampato su carta filigranata eseguita specialmente dalle cartiere Miliani di Fabriano, di color avorio. Il festone era di color della pigna, i cristalli di neve di color argento ed i cinque cerchi, che sormontavano la scritta « VII Giochi Olimpici Invernali - Cortina d'Ampezzo 1956 », dorati. Tali diplomi erano firmati dal Presidente del C.I.O., mr. Avery Brundage, e dal Presidente del C.O., conte Paolo Thaon di Revel. Ne furono tirati 300 e vennero consegnati dentro un astuccio.
Two types of diploma were issued - one for athletes arriving in the first six places for each event, and one for all those who entered. The « winner's » diploma was designed by the architect Pino Stampini, of Rome. It bore a festoon of Alpine flowers and fruit, surrounded by snow-crystals. Beneath the festoon was a scroll in which the motto « citius - altius - fortius » was inscribed. The diploma was printed on water-marked paper specially made by the Miliani paper-mill at Fabriano. The paper was ivory-white, the festoon dark green, the crystals were silver, and the five circles over the words «VII Giochi Olimpici Invernali Cortina d'Ampezzo 1956 » were in gold. These diplomas were signed by the Chairman of the I.O.C., Mr. Avery Brundage, and by the Chairman of the Organizing Committee, Count Paolo Thaon di Revel. 300 copies were printed, at a cost of 498,000 lire, or 1,660 per copy, including the box.

Il diploma dei partecipanti fu realizzato da Corrado Mancioli di Roma. Rappresenta un tripode col fuoco olimpico, sormontato dai cinque cerchi a colori e sfumati di neve nella parte superiore. Nella parte inferiore è disegnato lo stadio olimpico del ghiaccio. Questo diploma era firmato dal Presidente del CONI Giulio Onesti e dal Presidente del C.O. Paolo Thaon di Revel e fu consegnato non solo a tutti i partecipanti, ufficiali ed atleti, ma anche ai membri del CIO, ai collaboratori, ai funzionari ed a tutti coloro che, avevano prestato la loro opera per la riuscita della manifestazione olimpica, autorità ed enti compresi. Ne furono stampati 3.000 esemplari.
The other diploma was designed by Corrado Mancioli, of Rome, and bore a tripod with the Olympic Flame, over which appeared the five circles, in colour, capped with snow. The lower part of the diploma showed the Ice Stadium. These diplomas were signed by the Chairman of the Organizing Committee, Count Paolo Thaon di Revel, and were presented, not only to all those taking part - officials and athletes alike -, but also to the members of the I.O.C., to collaborators, to functionaries, and to all those who had made some contribution to the greater success of the Games. In this number were several authorities and other bodies. 3000 copies were prepared.

Anche il Comune di Cortina D'Ampezzo fece realizzare dei Diplomi di Benemerenza, da donare, assieme ad un trofeo, a tutti coloro che avevano contribuito alla buona  riuscita dei Giochi Olimpici.
The City of Cortina d'Ampezzo did make the Diplomas of Merit, to give, along with a trophy, to all those who had contributed to the success of the Olympic Games.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu