Slittino - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Slittino

TORINO 2006 > LE GARE > Bobslaigh

Slittino
Le gare di slittino ai XX Giochi olimpici invernali si sono svolte dall'11 al 15 febbraio sulla pista di Cesana Pariol.

SLITTINO: IL REGNO DI ARMIN

A furia di spendere i suoi giorni lanciandosi con lo slittinoin un budello di ghiaccio, Armin Zoeggeler ha corpo e volto affusolati: il laconico carabiniere altoatesino, alla guida di un gioiello tecnologico da 20.000 euro, si conferma signore della specialità e vince l'oro dopo un bronzo, un argento e un altro oro nei precedenti tre Giochi. Un record, in Italia. Zoeggler precede il russo Albert Demtschenko, ma la sorpresa è il bronzo di Martins Rubenis, prima medaglia assoluta alle Olimpiadi Invernali ottenuta dalla Lettonia, separatasi dall'Unione Sovietica nell'agosto 1991. (dal rapporto ufficiale del C.O.)

Armin Zoeggeler of Italy proved himself master of the luge when he swept to victory aboard his € 20,000 state-of-the-art chariot. The laconic Sud Tirol-born Carabiniere's latest gold joins a bronze, a silver and another gold won over the previous three Olympics. A record for an Italian. Zoeggler relegated Albert Demtschenko of Russia to second, but the real surprise came when Martins Rubenis took bronze, the first ever Winter Olympic medal for Latvia, which gained independence from the Soviet Union in August 1991.

il trionfo di Armin Zoeggeler, oro nello slittino: lo sollevano al cielo il russo Albert Demtschenko (argento) e il lettone Martins Rubenis (bronzo)
Luge gold medallist Armin Zoeggeler is carried shoulder high by Albert Demtschenko (silver) of Russia and Martins Rubenis of Latvia (bronze)

SLITTINO DONNE: SOLO GERMANIA

Anche la tedesca Sylke Otto replica il successo ottenuto ai Giochi Invernali del 2002, in un podio del singolo femminile monopolizzato dalla Germania, delusa dagli uomini: argento alla Kraushaar, bronzo alla Huefner, la più giovane del terzetto con i suoi 22 anni, tanto per prenotare pure lo champagne di Vancouver 2010. Il doppio è invece una questione di famiglia: vincono i giovani fratelli austriaci Andreas e Wolfgang Linger, già Campioni del Mondo nel 2003, non indicati fra i favoriti nelle previsioni della vigilia. (dal rapporto ufficiale del C.O.)

Sylke Otto of Germany joyfully repeated her victory of 2002 on a women's singles podium dominated by Germans (their male counterparts, on the other hand, failed to live up to expectations). Silver went to Kraushaar and bronze to Huefner the youngest of the three women at just 22; a result that looks good for Vancouver 2010. The doubles, on the other hand, were a family affair, won by young Austrian brothers Andreas and Wolfgang Linger, who despite having won the world title in 2003 were not amongst the favourites for this particular event.

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu