Da Atene a Siracusa - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Da Atene a Siracusa

Nella notte greca una baleniera con alcuni cadetti dell’Accademia Navale s’accostò alla nave scuola della Marina Militare, dove la fiaccola fu issata a bordo da Giulio Francardi e dove il fuoco d’Olimpia, vegliato a turno, arse giorno e notte su un tripode del cassero.  La Amerigo Vespucci giunse a Siracusa con la sacra fiamma che ancora ardeva nel braciere e subito le andarono incontro due corvette, che la scortarono fino alla rada, poco vicino Fonte Aretusa.  In Sicilia, dopo l’accensione del braciere, primo tedoforo sarebbe stato l’arbitro di calcio Concetto Lo Bello.

L'aerogramma del trasporto a terra con elicottero della corrispondenza, annullata sulla nave Amerigo Vespucci nel corso della traversata da Atene a Siracusa
Busta della Nave Vespucci annullata durante la traversata

Il percorso della Fiaccola Olimpica in una mappa edita dal
Comitato Organizzatore dei Giochi della XVII Olimpiade
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu