Francobolli - Le Olimpiadi d'Italia

Vai ai contenuti

Francobolli

Tre paesi hanno ricordato i VII Giochi Olimpici Invernali mediante emissione di francobolli commemorativi. Li citiamo nell'ordine cronologico di emissione: San Marino, Italia, Monaco. La Repubblica di San Marino pose in vendita, il 15 dicembre 1955, dieci francobolli con sette differenti soggetti, realizzati su bozzetti dell'ing. Corrado Mancioli. I francobolli, tutti bicolori, furono stampati nell'Istituto Poligrafico dello Stato, a Roma. I sette soggetti sono i seguenti: pattinatore di velocità, sciatore fondista, bob a due, sciatore discesista, giocatore di hockey su ghiaccio, pattinatrice di artistico, salto del trampolino.

Three countries commemorated the VII Olympic Winter Games by issuing commemorative stamps. We cite them in chronological order of issue: San Marino, Italy, Monaco. On December 15, 1955, the Republic of San Marino offered for sale ten stamps with seven different subjects, based on designs by the engineer Corrado Mancioli. The stamps, all two-toned, were printed at the Istituto Poligrafico dello Stato in Rome. The seven subjects are as follows: speed skater, cross-country skier, two-man bobsled, downhill skier, ice hockey player, figure skater, trampoline jumper.

Lo stesso Ingegner Mancioli ha successivamente disegnato i quattro valori che furono emessi il 26 gennaio 1956 dalle Poste italiane. I soggetti sono completamente differenti da quelli adoperati per la serie sammarinese, al posto di atleti dei differenti sport invernali, i francobolli italiani hanno tramandato il ricordo dei quattro grandiosi impianti sportivi espressamente costruiti dal CONI a Cortina d'Ampezzo per la disputa dei Giochi. Ognuno di questi quattro impianti è stato associato dal disegnatore, con felice ispirazione, ad una classica montagna della conca dolomitica, sovrastante l'impianto stesso. Il trampolino Italia è difatti realizzato sullo sfondo della Croda da Lago, lo Stadio dello Sci su quello del Cristallo, del Sorapis e dell'Antelao, lo Stadio del Ghiaccio ha alle spalle il Pomagagnon e la pista di Misurina le celeberrime Tre Cime di Lavaredo.

The same Engineer Mancioli subsequently designed the four values that were issued on January 26, 1956 by the Italian Postal Service. The subjects are completely different from those used for the San Marino series. Instead of athletes of the different winter sports, the Italian stamps conveyed the memory of the four grandiose sports facilities expressly built by CONI in Cortina d'Ampezzo for the disputing of the Games. Each of these four facilities was associated by the designer, with happy inspiration, to a classic mountain of the Dolomite basin, overlooking the facility itself. The Ski Jump Italy is in fact built against the background of the Croda da Lago, the Ski Stadium against the Cristallo, Sorapis and Antelao, the Ice Stadium has the Pomagagnon behind it and the Misurina slope the famous Tre Cime di Lavaredo.

Infine, sia pure in ritardo (il francobollo è stato emesso difatti soltanto nell'aprile 1956) anche il principato di Monaco ha dedicato un francobollo ai Giochi Invernali di Cortina. Il soggetto è stato fornito dal trampolino Italia, le cui perfette linee architettoniche furono apprezzate dai dirigenti delle Poste monegasche.

Finally, although late (the stamp was in fact issued only in April 1956) also the Principality of Monaco dedicated a stamp to the Winter Games in Cortina. The subject was provided by the Italian ski jump, whose perfect architectural lines were appreciated by the managers of the Monegasque Post Office.
Torna ai contenuti